Storie: il pianoforte di Gabriella

2019-06-20T09:43:59+00:0020 Giu 2019|Tutte le notizie|

Le tue mani sono la cosa più preziosa che hai.
Sono loro che ti permetteranno di realizzare quello
per cui sei nato: la musica.

 

Gabriella pianoforte Casa del Sorriso

Gabriella, classe 1927, ex insegnante di pianoforte. E’ qui con noi, alla Casa del Sorriso da qualche mese e, il regalo più bello che ci poteva fare, è la sua musica che viene scandita e raccontata con tanta passione che riesce a travolgerti  in tutte le sue emozioni.

Mozart diceva  che “Tre cose sono necessarie per un buon pianista: la testa, il cuore e le dita.” e Gabriella ne è l ‘esempio. La sorpresa  che potevamo farle era accoglierla insieme al suo pianoforte. Si trova al secondo piano vicino a lei come un compagno di vita,  che insieme ha condiviso momenti belli e meno belli, ha conosciuto persone, ha sentito storie e ha sentito mani. Le stesse  mani che li sfioravano in cerca di sfumature, come la vita, che non è solo in bianco e nero come i tasti, ma piena di dettagli, comunicando così attraverso la musica le più sottili verità nascoste o lotte interne che ognuno di noi combatte tutti i giorni.

Gabriella l’ha chiamato “un vecchio pianoforte” ma è ciò che basta per continuare a dare senso alla propria vita e grazie, ad un esperto accordatore di pianoforti, abbiamo cercato di ridare vita  a questo “vecchio “compagno e vedere Gabriella toccare il pianoforte come un angelo, con una certa delicatezza  che ha regalato a tutti una forte emozione se non una  commozione che ci ha uniti tutti nel stringersi intorno a lei.
Grazie Gabriella, con ogni tasto che tocchi, riporti la nostra anima a vibrare..